Come ormai noto già da tempo è l’apertura di Salvini nei confronti dei pentastellati, notizia che sicuramente non piace a Maroni, che ha giudicato l’alleanza tra Lega ed M5s pericolosa per la loro credibilità, qualcosa che a suo dire potrebbe provocare la crisi in Lombardia e Veneto. «Salvini – raccomanda Maroni – è giovane e può aspettare, non trasformi la sua vittoria elettorale in una vittoria di Pirro. Ora è meglio un governo di larghe intese per un anno. E poi si torni al voto assieme alle europee». Roberto Maroni infatti definisce impossibile un esecutivo tra centrodestra e M5S il quale rischierebbe di far saltare l’alleanza con Silvio Berlusconi, rischiando di «mandare all’aria il patrimonio del centrodestra costruito negli ultimi vent’anni». Ma Salvini di larghe intese, ovvero di dialogare con il Pd, non vuol nemmeno sentire parlare: «Come potrei governare con Renzi e Boschi, un po’ di serietà…», esclama deciso. Chiusura totale anche circa l’ipotesi di un governo di scopo: «Dietro queste formule c’è sempre la fregatura. Io so come vanno a finire queste cose: si comincia per fare due o tre cose e poi si va avanti per cinque anni».

fonte foto: Niccolò Caranti, Wikimedia Commons

Commenti

commenti

LASCIA UN COMMENTO

Commenta
Inserisci il tuo nome