Il centrodestra è a rischio

Salvini ha confermato l'appoggio a Foa, Berlusconi lo boccia.

Dopo lo stop di ieri della commissione di Vigilanza che non ha approvato la nomina di Marcello Foa a presidente Rai, grazie al “mancato” voto dei parlamentari azzurri, l’alleanza sembra essere arrivata al capolinea. Salvini attacca: “Hanno scelto il Pd per fermare il cambiamento” e la Lega non arretra: “Il cda della Rai è in carica e può svolgere mansioni e funzioni”. “Se Forza Italia non è d’accordo su niente, se sceglie il Pd faccia pure. Se vuole fare un partitone Pd-Forza Italia. Auguri. Dispiaciuti, andiamo avanti, facendo battaglie di centrodestra e per il cambiamento”.

Berlusconi dal suo canto ha spiegato così la sua decisione: “Il servizio pubblico, per essere tale, non può essere espressione unilaterale di una maggioranza qualunque essa sia. A questo criterio ci siamo attenuti quando eravamo al governo. Ci aspettiamo che vi si attenga anche l’attuale maggioranza”. Aggiungendo:”Se la Lega ha quattro volte i voti di Forza Italia, forse qualcuno sta sbagliando qualcosa. Mi pare che gli italiani abbiamo già scelto con chi stare”.

Marcello Foa: “Prendo atto con rispetto della decisione della Commissione di Vigilanza della Rai. Come noto, non ho chiesto alcun incarico nel Consiglio che mi è stato proposto dall’Azionista. Non posso, pertanto, che mettermi a sua disposizione invitandolo a indicarmi quali siano i passi più opportuni da intraprendere nell’interesse della Rai.”

Sembra quasi essere diventata una partita a braccio di ferro, vedremo in questi giorni se si riuscirà a ritrovare una compattezza del centrodestra nel nominare “Un” presidente Rai che possa mettere daccordo tutti, ottenendo cosi l’ok della Vigilanza.

 

Commenti

commenti

LASCIA UN COMMENTO

Commenta
Inserisci il tuo nome