Fedez nella bufera per la festa di compleanno al supermercato organizzata da Chiara Ferragni

Chiara Ferragni, per i 29 anni di Fedez, ha organizzato un party a sorpresa nel supermarket di City Life a Milano, dove il rapper a sua insaputa si è ritrovato al centro degli applausi di amici e parenti che lo attendevano tra gli scaffali del Carrefour, affittato per l’occasione dalla madre e dall’influencer. La regola del party prevedeva che si poteva prendere ciò che si voleva liberamente: dalla coca-cola al whisky, dal gelato al panino, dalla verdura alla frutta nei vari reparti. Una festa trasmessa in diretta rigorosamente su Instagram con 22 milioni di spettatori in due, numeri degni di una vera trasmissione televisa.

E come ovviamente in ogni festa, ci sono stati numerosi episodi di goliardia, scene che vengono riprese da Fedez e non solo, il lancio di una confezione di panettone, una foglia di lattuga, l’assalto al reparto ortofrutticolo lanciandosi carote, melenzane e zucchine, corse impazzate sui carrelli della spesa, le bottiglie di vino rotte.

Sarebbe dovuto essere un compleanno stravagante, un’idea “unica” ed originale, tipica dei Ferragnez che non mancano certo di originalità, ma proprio mentre Fedez raccontava live la festa con le solite stories divertendosi tra gare di karaoke e corse spericolate sui carrelli della spesa tra le corsie, ecco che sulla bacheca del rapper incominciano a sbucare commenti come «C’è chi non riesce ad arrivare a fine mese», «la gente che muore di fame e voi giocate», «Non si spreca il cibo».

Questi sono solo alcuni dei messaggi più “gentili” che sono arrivati alla coppia, che intanto si divertiva e condivideva via Instagram la serata insieme agli invitati. Un compleanno che il rapper sicuramente non dimenticherà mai.

I Ferragnez hanno chiesto immediatamente scusa, dopo essersi accorti di aver sollevato moltissime polemiche.

«Mi è stato detto da chi ha organizzato la festa, quindi mia madre e Chiara, che della spesa e del cibo verrà donato ai più bisognosi domani», assicura Fedez. «Avevamo previsto di fare una grossa spesa il giorno dopo da donare in beneficenza», aggiunge Chiara. Che poi fa mea culpa: «Probabilmente la location non è stata la scelta migliore perché ci sono stati episodi di goliardia. In questo contesto, però, gesti che in qualsiasi party sono normali e accettati, sono stati visti da molti come ostentazione di ricchezza e perdita di vista dei valori».

Dalla catena di supermercati spiegano che l’operazione non era in sé originale: «Più volte, in passato, ci hanno chiesto in affitto i nostri spazi per usarli come location cinematografiche o per organizzarci eventi aziendali o privati». Le polemiche hanno portato il giudice di X-factor a chiudere il proprio profilo instagram con più di 7 milioni di followers, che però nel giro di un’ora è stato riaperto.

Commenti

commenti