Le immagini delle “torture nei lager libici” mostrate a Papa Francesco sono false

Si riferiscono ad immagini di torture avvenute in Nigeria e in Costa d’Avorio nel 2017

In questi giorni molto si è parlato delle immagini cruenti viste anche da Bergoglio e pubblicate dal sito di Avvenire, che mostrano ragazzi legati, denudati, presi a sprangate, che hanno sconvolto tutti, compreso Papa Francesco si sono rivelate essere “false”. A comunicare il proprio sgomento ai giornalisti è stato lo stesso Pontefice di ritorno dal viaggio in Irlanda. Immagini crudeli che raccontano una Libia lontanissima dall’essere un porto sicuro vista la fine che fanno “quelli che tornano indietro”. Peccato però che le immagini siano in circolazione sul web già dall’agosto 2017, più precisamente sarebbero delle immagini di torture avvenute in Nigeria e in Costa d’Avorio, o in Libia ma nel 2011, ad opera per giunta di milizie anti Gheddafi. I primi a pubblicare la foto in questione furono due blog italiani, Social Popular News e Milano in Movimento. Su quest’ultimo blog la foto veniva attribuita al fotografo Alessio Romenzi.

Commenti

commenti

LASCIA UN COMMENTO

Commenta
Inserisci il tuo nome