Un gelato s”lega”to

E’ accaduto nel pomeriggio del 20 marzo a Milano, in una gelateria in Piazzale Siena, dove Matteo Salvini si è recato a prendere un gelato al gusto di fragola e fiordilatte, quando si è sentito rifiutare l’ordine da parte della ragazza che era al bancone in quel momento.
Il motivo? Semplicemente sono contro la Lega, cosi sembra essersi poi giustificata la barista, secondo quanto scrive la stessa gelateria Baci sottozero, una giovane impiegata si è “rifiutata di servire un cliente per ideologie politiche”. Un comportamento insostenibile per la gelateria per cui comportamenti del genere “poco hanno a che vedere col lavoro”, i quali hanno provveduto subito a licenziare la ragazza.
Riportiamo di seguito il post “ironico” pubblicato su fb da Matteo Salvini, “accusato” in un primo momento da parte della mamma della ragazza di essere il vero colpevole del licenziamento della figlia.

Commenti

commenti

LASCIA UN COMMENTO

Commenta
Inserisci il tuo nome