Accoltella il figlio di 14 anni e lancia dal balcone la figlia di 6 anni.

L'uomo arrestato ha rischiato il linciaggio.

Oggi a Taranto, in seguito ad una lite familiare, un uomo di 49 anni ha accoltellato al collo il figlio di 14 anni e ha lanciato la figlia di soli 6 anni dal balcone del terzo piano di un appartamento del rione Paolo VI. Il dramma si è consumato nell’abitazione della madre dell’uomo, a cui erano stati affidati i due minorenni dopo la separazione dei loro genitori. Secondo quanto riferito dai carabinieri, in casa c’erano la madre del 49enne, suo fratello e un nipote dell’uomo. Da quanto si apprende l’uomo separato dalla moglie e che già da tempo aveva perso la potestà genitoriale, era solito litigare proprio per quanto riguardava gli incontri con i figli. Il padre è stato arrestato per tentato omicidio dai Carabinieri che hanno dovuto proteggerlo, una volta arrivato in strada, da un linciaggio da parte di un centinaio di residenti. A quanto si apprende le condizioni della bambina, ricoverata nell’Ospedale Santissima Annunziata sono critiche, avendo riportato importanti lesioni al fegato e due traumi molto seri, uno cranico e l’altro mascellare, mentre non sarebbero gravi le ferite riportate dall’altro figlio, che è stato giudicato guaribile in 15 giorni.

Commenti

commenti